BANDO RESTO AL SUD: FAI DECOLLARE LA TUA NUOVA IMPRESA

Hai una nuova idea imprenditoriale da realizzare, ma non hai la disponibilità dei fondi necessari? Sfrutta le opportunità offerte dal bando di INVITALIA per far fronte al fabbisogno finanziario del tuo progetto.

RESTO AL SUD mira a supportare nuove attività imprenditoriali proposte da soggetti di età compresa tra i 18 e i 45 anni, residenti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. È gestito come “incentivo a sportello” per cui le domande verranno esaminate senza graduatorie, in base all’ordine cronologico di arrivo.

AGEVOLAZIONE CONCEDIBILE:

  • 50 % come contributo a fondo perduto erogato dal soggetto gestore della misura;
  • 50 % sotto forma di prestito a tasso zero, concesso da istituti di credito, da rimborsare entro otto anni complessivi dalla concessione del finanziamento, di cui i primi due anni di pre-ammortamento.

Le ditte individuali possono ricevere un  finanziamento fino ad un massimo di  60 mila euro; nel caso in cui l’istanza sia presentata da più soggetti già costituiti o che intendano costituirsi in forma societaria (entro 60gg dall’esito positivo della pratica o 120gg se residenti all’estero) ivi incluse le società cooperative, l’importo massimo del finanziamento erogabile è pari a 50 mila euro per ciascun socio, che presenti i requisiti di ammissibilità, fino ad un ammontare massimo complessivo di 200 mila euro. I soci che non possiedono i requisiti previsti non sono conteggiati ai fini della maggiorazione del limite di spesa.

I progetti imprenditoriali devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione ovvero alla data di costituzione della società nel caso in cui la domanda sia presentata da persone fisiche per costituende società.

REQUISITI: 

  • residenza nelle regioni del Mezzogiorno al momento della presentazione della domanda o da trasferire  entro sessanta giorni (centoventi giorni se residenti all’estero), dalla comunicazione del positivo esito dell’istruttoria;
  • non risultare già titolari di attività di impresa in esercizio alla data del 21 giugno 2017 o beneficiari, nell’ultimo triennio, a decorrere dalla data di presentazione della domanda, di ulteriori misure a livello nazionale a favore dell’auto-imprenditorialità.
  • (per i liberi professionisti): non risultare titolari di partita IVA, nei dodici mesi antecedenti alla presentazione della domanda, per lo svolgimento di un’attività analoga a quella per cui chiedono le agevolazioni.
  • i soggetti beneficiari delle agevolazioni non devono essere titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato presso un altro soggetto, a pena di decadenza del provvedimento di concessione.

SETTORI AMMISSIBILI:

Sono finanziabili le attività imprenditoriali relative a produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura, fornitura di servizi alle imprese e alle persone, turismo. Sono escluse dal finanziamento le attività agricole e il commercio ad eccezione della vendita dei beni prodotti nell’attività di impresa.

Slogan fondamentale: non lasciare nulla al caso, presentare i documenti correttamente e nei tempi previsti è la condizione primaria per non perdere simili preziose opportunità per concretizzare la tua idea imprenditoriale!

Per ulteriori dettagli sul bando e supporto nella realizzazione del tuo progetto CONTATTACI